InformaSchool
 

Come migliorare l'apprendimento

13 giugno 2022

In un recente woobinar, abbiamo condiviso le 8 migliori pratiche da applicare nella progettazione dei vostri corsi per aiutare a migliorare l'apprendimento dei vostri studenti.

Tuttavia, prima di arrivare a questo, diamo una rapida occhiata ai principi fondamentali della scienza cognitiva su cui si basano queste pratiche. In altre parole:

  • come imparano meglio gli studenti?
  • Come imparano meglio gli studenti?

Dalla metà degli anni 50, la scienza cognitiva ha cercato di capire come il cervello umano acquisisce, usa e trasmette la conoscenza. Secondo lo psicologo cognitivo, neuroscienziato e professore Stanislas Dehaene, ci sono 4 fattori principali che contribuiscono al successo dell'apprendimento, che lui chiama i "quattro pilastri dell'apprendimento".

Essi sono:

  1. Attenzione: Non si può imparare senza prestare attenzione, il che significa che gli insegnanti devono attirare e mantenere l'attenzione degli studenti per farli imparare efficacemente.
  2. Impegno attivo: Se si vogliono ricordare nuove informazioni, ascoltare passivamente l'insegnante non è sufficiente.
  3. Feedback: Quando facciamo un errore, in realtà facciamo una previsione e l'errore causa una discrepanza tra quella previsione e la realtà. Questo ci porta a fare una nuova previsione, e questi aggiustamenti successivi favoriscono l'apprendimento.
  4. Consolidamento: Memorizzare nuove informazioni o acquisire nuove competenze è solo il primo passo. La conoscenza deve essere consolidata se vuole essere duratura. Il professor Dehaene nota anche che il sonno gioca un ruolo essenziale in questo processo.

    "Tutto questo è fantastico, ma come posso applicarlo nella progettazione del mio corso?"

Sono felice che tu l'abbia chiesto, perché stiamo per dare un'occhiata ad alcuni consigli per catturare l'attenzione dei tuoi studenti, tenerli impegnati e aiutarli a ricordare e consolidare ciò che vuoi insegnare loro.
8 modi per applicare i pilastri dell'apprendimento nei tuoi corsi
 

1. Usare i “rompighiaccio”
Un rompighiaccio ha lo scopo di far iniziare la conversazione, rompendo l'imbarazzo o il silenzio, facendo sì che le persone si conoscano e dando loro semplicemente la possibilità di interagire. La cosa migliore dei rompighiaccio è la loro gamma: qualsiasi domanda o sfida può essere usata per rompere il ghiaccio.

Questo include idee come:

Come ti descriveresti in 1 parola?
Se fossi un animale, cosa saresti?
Mostrami l'oggetto più brutto della tua casa (in un contesto di apprendimento a distanza).

2. Suscitare la curiosità degli studenti

Quando inizi un nuovo capitolo, prova a raccontare un aneddoto, eseguire un esperimento, o chiedere ai tuoi studenti cosa sanno sull'argomento che stai per affrontare. Per esempio, Wooclap ti permette di creare nuvole di parole con i tuoi studenti, dandoti un'istantanea di ciò che stanno pensando in quel momento, e facendoli sentire coinvolti nella lezione.

3. Chiedere regolarmente di partecipare a un'attività

Anche se i ricercatori non sono d'accordo sulla durata del tempo di attenzione di una persona media, sono d'accordo che ascoltare passivamente non aiuta. È meglio che gli studenti si pongano delle domande, speculino su potenziali ipotesi o facciano degli esperimenti per comprendere appieno ciò che stanno imparando.

Ecco perché è importante chiedere regolarmente agli studenti di partecipare attivamente in qualche modo - o in realtà, in molti modi diversi:

4. Diversificare i tipi di attività

Prova a cambiare le attività che offri per evitare di creare uno schema ripetitivo all'interno del tuo corso: quiz, giochi, dibattiti, istruzione peer-to-peer... Questi sono solo alcuni dei molti modi in cui puoi ravvivare una lezione e creare un reale coinvolgimento degli studenti.

Per esempio, Wooclap da solo offre più di 15 diversi tipi di domande che puoi usare per chiedere agli studenti di partecipare a un esercizio nuovo e stimolante.

5. Usare l'anonimato per aumentare la partecipazione

Grazie a strumenti digitali come Wooclap, gli studenti ora hanno la possibilità di partecipare a una lezione senza dover alzare la mano o la voce.

La partecipazione anonima può essere liberatoria per molti studenti, perché permette loro di contribuire alla lezione senza la paura di parlare in pubblico e l'imbarazzo. Come tutor, questo vi dà una chiara finestra nella mente di tutti i vostri studenti, non solo i pochi che non hanno problemi a parlare di fronte a un pubblico.

6. Gamificare il tuo corso

La gamification e la competizione aumentano il fascino delle attività di apprendimento. Gli studenti sono più impegnati quando viene chiesto loro di prendere parte a qualcosa di nuovo, innovativo e divertente. Puoi chiedere agli studenti di fare esperimenti, trasformare il tuo corso in una ricerca, progettare giochi di evasione pedagogici, far risolvere agli studenti una serie di puzzle e altro ancora!

7. Attiva la memoria dei tuoi studenti

Questa è una di quelle cose che sembra più facile a dirsi che a farsi, ma lo è davvero? Stimolare il cervello degli studenti a creare e attivare connessioni neurali è fondamentale, ma questo non significa che debba essere difficile. Ecco due strategie di apprendimento che possono essere facilmente implementate:

Pratica di recupero: La pratica di recupero significa essenzialmente cercare di richiamare le informazioni che sono state precedentemente memorizzate nella memoria a lungo termine. Gli studenti cercano di richiamare le informazioni più importanti relative a un concetto o a un argomento senza guardare alcun materiale del corso (testo, appunti, slide...). Una volta che hanno completato il recupero, controllano il materiale per vedere quanto accurato e completo sia stato il loro recupero.
Pratica distanziata: Piuttosto che passare una lunga sessione a studiare qualcosa, è meglio suddividere quel tempo in più sessioni. Come insegnante, tutto ciò di cui hai bisogno sono pochi minuti per creare opportunità di rivisitare i concetti durante l'anno.

8. Ricevi un feedback per continuare a migliorare i tuoi corsi futuri

Non dimenticare che il feedback è una strada a doppio senso: gli studenti possono cercare da te un feedback su come sono andati in un test o in un'attività, ma tu puoi chiedere loro la stessa cosa. Scoprendo cosa piace loro, cosa piace e cosa non piace, alla fine si sviluppano metodi di apprendimento che non sono solo efficaci, ma piacevoli per tutti i partecipanti.

[Carlos Pagnoni - Sono un giovane appassionato di Marketing che si diverte a scrivere di tanto in tanto. Un consiglio: "Vivi per imparare e nel frattempo impara a vivere!"]

counter
Ultime News

31 maggio 2022 dalle ore 15.00

OPEN DAY GRATUITO sull'orientamento post-diploma
con estrazione finale di 1 Certificazione informatica EIPASS

Nella giornata di oggi si è conclusa l’iniziativa «Una coccola per te!»

Anche quest'anno la nostra scuola organizza un viaggio al COSMOPROF dedicato a chi non vuole perdere questo appuntamento annuale con l’estetica.


IN-FORMA mette alla prova la tua Fantasia per Capodanno 
Inventa un look stravagante di Capondanno (Acconciatura, Make-up, Accessori e Outfit)

 

IN-FORMA e-learning school attraverso i suoi corsi professionali riconosciuti prepara gli studenti all'ingresso nel mondo del lavoro.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Accedi in quest'area e invia una richiesta ai nostri uffici.

Il nostro staff, senza alcun impegno, ti risponderà nel più breve tempo possibile.

Contattaci » 

INFORMA E-learning school
Viale della Croce Rossa 237 - 67100 - L'Aquila (AQ)

Tel: +39 0862 318630
Fax: +39 0862 318630

Email: info@informaschool.it

Copyright © 2022 IN-FORMA e-learning school. Tutti i diritti riservati - C.F. e P.IVA: 01537440677
Condizioni e termini di utilizzo del sito - Privacy - Note legali - Dati societari - Cookie Policy